Regolamento

logo_apg_210x90

Associazione di Psicoterapia psicoanalitica di Gruppo

_______________________________________________

Consociata C.O.I.R.A.G.(Confederazione delle Organizzazioni Italiane per la Ricerca Analitica sui Gruppi)

Membro I.A.G.P.(International Association for Group Psychotherapy and Group Processes)

 

REGOLAMENTO DELLA A.P.G.ASSOCIAZIONE PSICOTERAPIA PSICOANALITICA DI GRUPPO

Il Regolamento dell’Associazione Psicoterapia Psicoanalitica di Gruppo è composto dai seguenti 8 articoli :
1. Requisiti per l’ammissione di nuovi Soci
2. Norme e modalità per l’ammissione al ruolo di Socio Aggregato
3. Soci Ordinari
4. Soci Onorari
5. Funzioni del Comitato di Formazione (CF) e compiti dei Soci con Funzioni Didattiche (SFD)
6. Funzioni del Consiglio Direttivo (CD)
7. Norme di comportamento dei Soci
8. Norme di diffusione del Regolamento e dello Statuto APG

L’Associazione APG è composta da Soci Aggregati, Soci Ordinari, Soci Onorari.

ART. 1 REQUISITI PER L’AMMISSIONE DI NUOVI SOCI

Possono fare domanda di ammissione come Soci Aggregati della APG:
a) Gli psicoterapeuti diplomati della scuola COIRAG
b) Gli psicoterapeuti che abbiano compiuto e concluso positivamente il progetto formativo APG secondo quanto definito dall’art. 2 del presente Regolamento.

ART 2. NORME E MODALITA’ PER L’AMMISSIONE AL RUOLO DI SOCIO AGGREGATO

2.1 Gli psicoterapeuti diplomati della scuola COIRAG che aspirano a diventare Soci
Aggregati APG dovranno inviare domanda, corredata del proprio CV, al Presidente e al
Segretario della APG il quale, sentito il parere del Consiglio Direttivo, la proporrà al
CF.
Il CF individuerà due Soci con Funzione Didattica (SFD) con i quali il candidato
effettuerà i colloqui di ammissione.
Il CF riceverà la loro valutazione ed esprimerà a maggioranza il proprio parere,
informandone il Presidente. In caso di parere positivo, il Presidente proporrà la candidatura
all’Assemblea che voterà, per l’accettazione, a maggioranza semplice dei presenti.

2.2 Gli psicoterapeuti o specializzati in psicoterapia che non siano diplomati COIRAG e che aspirino a diventare Soci Aggregati APG dovranno inviare domanda, corredata dal proprio CV al Presidente e al Segretario il quale, sentito il parere del Consiglio Direttivo, la proporrà al CF per la formulazione del percorso di formazione integrativa e che comunque prevede di:
Avere in corso o avere concluso positivamente una psicoterapia analitica, individuale o di
gruppo, con un terapeuta a formazione psicodinamica riconosciuto dal CF.
Avere svolto un anno di osservazione in un gruppo psicoterapeutico condotto da un SFD.
Avere svolto per un anno una supervisione con socio SFD sull’osservazione in gruppo psicoterapeutico di cui al punto precedente.
Avere frequentato le attività scientifiche calendarizzate dall’Associazione.
Il CF, in base al curriculum vitae del candidato si riserva l’eventualità di indicare ulteriori

unità formative riguardanti teorie, metodi ed esperienze di gruppo che potrebbe ritenere
necessarie al progetto formativo del candidato.
A conclusione del percorso formativo, il CF indicherà al candidato i
nominativi di due SFD, con cui il candidato dovrà sostenere i
colloqui. Il CF verrà successivamente informato dell’esito e voterà a
maggioranza semplice per la proposta di ammissione. In caso di parere positivo, ne verranno
informati il Presidente e il Consiglio Direttivo.
Il Presidente proporrà il candidato all’Assemblea dei Soci, per l’accettazione.

3. SOCI ORDINARI

Possono essere ammessi come Soci Ordinari:
a) I Soci aggregati APG
b) Gli psicoterapeuti che abbiano una professionalità clinica qualificata e riconosciuta, sia nella
conduzione dei gruppi terapeutici, sia nell’ambito della clinica secondo un orientamento
psicoanalitico

a) I soci aggregati APG possono fare domanda di passaggio alla qualifica di Socio Ordinario.
La domanda va indirizzata al Presidente e al Segretario e deve essere corredata dal proprio CV. La domanda sarà esaminata dal Consiglio Direttivo ed inviata al CF
Gli aspiranti Soci Ordinari sono inoltre tenuti a presentare al CF un loro elaborato teorico-clinico. Tale relazione riceverà una valutazione preliminare da parte di tre Soci con Funzioni Didattiche (SFD), estratti a sorte tra i membri del CF, tenendo conto di eventuali incompatibilità che potranno essere segnalate anche dal candidato stesso.
Il CF, ascoltato i pareri formulati dai tre SFD, esprimerà a maggioranza assoluta dei presenti e con scrutinio segreto, la sua valutazione sulla conclusione del percorso formativo del candidato. L’esito della valutazione verrà comunicato al candidato in forma scritta dal Responsabile del CF
Ottenuto il parere positivo del CF, il candidato potrà inoltrare domanda per il ruolo di
Socio Ordinario al Presidente e al Segretario APG, che avrà cura di inviare la
Documentazione validata al Consiglio Direttivo.
Il Presidente proporrà successivamente il candidato all’Assemblea dei Soci che voterà
a maggioranza semplice dei presenti.

b) Gli aspiranti Soci Ordinari che rientrano nei criteri previsti dal comma 3b del presente Regolamento, possono fare domanda per diventare Soci Ordinari se sono in possesso dei seguenti requisiti:
Esperienza più che decennale di attività psicoterapeutica ad orientamento psicoanalitico gruppale e individuale.
Pubblicazioni, attività formative e/o collaborazioni già avviate con APG.
La domanda di ammissione, corredata da un’adeguata documentazione del proprio curriculum, va inviata al Presidente e al Segretario APG il quale, previa accettazione del Consiglio Direttivo, inoltrerà la domanda al CF che deciderà in prima istanza sul suo accoglimento, e incaricherà successivamente il Presidente di presentarla, se positiva, in Assemblea per la votazione a maggioranza semplice dei presenti.

4. SOCI ONORARI

Possono essere ammessi come Soci Onorari le persone di valore professionale e culturale che abbiano acquisito meriti particolari nel campo della psicoterapia e della ricerca sui gruppi. La qualifica di Socio Onorario viene conferita dall’Assemblea dei Soci che delibererà, su proposta del Consiglio Direttivo, a maggioranza semplice dei presenti.

ART 5 – COMITATO DI FORMAZIONE (CF)

Il Comitato di Formazione è composto da un minimo di cinque (5) membri che abbiano acquisito il ruolo di SFD e che ne facciano domanda al Responsabile del CF
I soci didatti possono mantenere la loro funzione didattica anche se non membri del CF
Il Comitato di Formazione nomina al proprio interno il Responsabile del CF e il Segretario che convocherà almeno quattro riunioni annuali del Comitato stesso.
Il CF ha il compito di organizzare e di sovrintendere alle attività della Formazione previste dai precedenti Art. 2 e 3 del presente regolamento.
L’appartenenza al CF ha la durata di un quinquennio, con possibilità di rinnovo per un successivo mandato
Il CF ha tra i suoi compiti, quello di valorizzare le competenze di Soci Aggregati e Soci Ordinari con riconosciuta esperienza in ambito psicoterapeutico, clinico e di ricerca. Questi Soci potranno presentare al CF progetti formativi e/o di ricerca per l’accettazione che, in caso di parere favorevole, delegherà un SFD quale responsabile per APG del progetto presentato.
Il CF può prevedere la cooptazione temporanea di Soci Aggregati o Ordinari che abbiano, a vario titolo, un ruolo attivo in progetti di ricerca e in progetti formativi.

5. Soci con Funzioni Didattiche (SFD):

Il Socio potrà assumere Funzione Didattica dopo almeno quattro anni dall’ottenimento della qualifica di Socio Ordinario e mantenere tale funzione per cinque annualità, dopo le quali potrà chiederne il rinnovo.
Per ottenere la Funzione Didattica si dovrà presentare relativa domanda al Presidente, corredata della seguente documentazione:
– curriculum da cui risulti la sua attività clinica e scientifica secondo l’orientamento
psicoanalitico gruppale e la sua partecipazione alla vita societaria.
– Un lavoro scientifico a carattere teorico e clinico.
– Una dichiarazione nella quale si impegna ad assolvere gli obblighi istituzionali
derivanti dalle funzioni didattiche.
Il Presidente dopo avere sottoposto la documentazione al Consiglio Direttivo e sentito il suo parere, la trasmetterà al Responsabile del CF che formerà la commissione di valutazione.
Tale commissione sarà composta da tre Soci SFD sorteggiati all’interno del CF, tenendo conto di ogni possibile incompatibilità.
I commissari sorteggiati hanno diritto, per gravi e documentati motivi a declinare l’incarico.
Il candidato ha facoltà di ricusare, per gravi e documentati motivi che saranno valutati dal CF, fino a due membri SFD.
La commissione di valutazione esaminerà l’elaborato e la documentazione per la validazione complessiva secondo i seguenti criteri:

  • Qualità dell’elaborato stesso.
  • Professionalità del candidato.
  • La sua cultura psicoanalitica individuale e gruppale.
  • Le sue attitudini all’insegnamento.
  • I suoi contributi scientifici e la sua partecipazione alla vita societaria.

Il candidato SFD verrà convocato dalla commissione di valutazione per un colloquio conclusivo. La commissione informerà dei risultati il CF che voterà a maggioranza assoluta dei presenti l’idoneità alla funzione didattica.

In caso di parere negativo, il candidato potrà ripresentare la domanda dopo non meno di due anni.
Il CF può attribuire temporaneamente incarichi didattici anche a chi non è SFD solo per chiari motivi di opportunità associativa.

5.1 NORMA TRANSITORIADopo la votazione del presente Regolamento e per un anno, tutti i Soci Ordinari potranno candidarsi alle funzioni didattiche e saranno nominati sulla base dei requisiti e dei passaggi istituzionali indicati nell’art. 5 del presente Regolamento.

5.2 – SOSPENSIONE O DECADENZA DELLA FUNZIONE DIDATTICALa sospensione o la decadenza della funzione didattica avviene per inadempienza degli obblighi.
Il provvedimento di sospensione o decadenza viene preso dalla CF a maggioranza assoluta dei presenti.

ART. 6 FUNZIONI DEI MEMBRI DEL CONSIGLIO DIRETTIVO

  • Il Consiglio Direttivo è eletto dall’Assemblea dei Soci ed è formato dal Presidente, Vicepresidente, Segretario,Tesoriere, Segretario scientifico, Responsabile delle Relazioni Pubbliche che ricopre anche la carica di Responsabile del sito Web.
  • Il responsabile del CF fa parte di diritto del Consiglio Direttivo.
  • Alle cariche Direttive possono candidarsi i Soci Aggregati e i Soci Ordinari dell’Associazione.
  • Alla carica di Presidente potranno candidarsi solamente i Soci Ordinari

Nelle votazioni previste all’interno del Consiglio Direttivo, tutti i membri hanno diritto ad un voto. In caso di parità, prevale il parere del Presidente.

ART. 7 NORME DI COMPORTAMENTO DEI SOCI

  • I Soci APG sono tenuti al rispetto dello statuto e del regolamento dell’Associazione.
  • Sono inoltre tenuti ad un comportamento culturale e professionale ispirato dallo spirito e dalla serietà dell’Associazione, esimendosi da comportamenti lesivi dell’immagine di APG e dei suoi Soci.
  • Nel caso in cui, su segnalazione di uno o più Soci, vengano evidenziati atteggiamenti censurabili da parte di un Socio, sarà compito della Commissione Deontologica decidere su eventuali richiami e/o sanzioni e sottoporle alla votazione dell’Assemblea dei Soci.

ART. 8 NORME DI DIFFUSIONE DEL REGOLAMENTO E DELLO STATUTO APG

Copia del presente Regolamento, copia dello Statuto societario e ogni eventuale aggiornamento che li riguardi, devono essere inviati dal Segretario a tutti i Soci e ai Candidati Soci APG.